After Effects: font seghettati nel rendering

Di: karam | 26/09/2020 17:03:42
Ciao a tutti, ho un problema che non riesco a risolvere:

ho realizzato delle animazioni (composizione 720x576 pixel settati in risoluzione DV/PAL 1,09; 25 fps) basate su parole che si compongono e quando eseguo il render (interlacciato con lower field selezionato, avi senza compressione) sembra non ci siano problemi. Però quando si importa il filmato in final cut i bordi delle scritte non sono morbidi ma appaiono con una lieve seghettatura e questo difetto si nota ancora di più proiettato nel formato definitivo in Pal.. Pensavo fosse un problema di anti alising del font, per cui ho dato alle scritte una lieve sfocatura (fast blur di 0,3, non di più perchè diventerebbe troppo sfocato), ma a quanto pare il risultato non migliora....
qualcuno sa consigliarmi?
(solo, non posso cambiare il font utilizzato)
grazie

Risposte



ciao mindy
un consiglio:
quando fai lavori di grafica usa pixel quadrati e fps progressivi, avrai sempre tempo di fare poi un INTERPRET FOOTAGE (dalla project window, tasto dx sul footage, scegli MAIN) quando andrai a comporlo sul filmato originale.
quindi puoi esportare in milion+alpha e comporre ed 'editare' in final cut.
se usi interlacciato i testi perdono sempre un po' in leggibilità,
se attivi il frame blending migliora (solo sul testo).
in aefx controlla che nella PROJECT SETTING, sotto la linguetta advanced sia segnato advance 3d e non open GL.
ciao a tutti

Di: das andere | 26/09/2020 17:04:42


ciao das andere grazie per avermi risposto.
proverò subito seguendo le tue indicazioni.
non ho capito però alcune cose: come mai mi consigli di lavorare in square pixel? se poi modifico successivamente l'interpretazione c'è il rischio che si sfasino gli ingombri...ma tu intendi dire di esportare il filmato con quelle impostazioni e poi interpretarle da final cut?(tra l'altro, io mi occupo solo della parte di after effects, il montaggio in final cut lo fa un altro)..ma a che pro?..e poi cosa intendi per fps progressivi? e non è più sicuro lavorare già dall'inizio con il frame rate definitivo, considerato anche che sono animazioni un poco elaborate e rapide e devo avere sotto controllo da subito il movimento effettivo, senza poi trovarmi sbalzi di velocità?
credo che l'alpha in questo caso non sia necessario perchè le scritte vanno su fondo nero (fungono da cartelli, non sono da mettere direttamente sopra il filmato)
grazie, sei stato molto prezioso.
saluti

Di: karam | 26/09/2020 17:04:42


ciao mindy
ti consiglio di lavorare in sq pixel perchè così è la tua sorgente.
una volta fatto il tuo lavoro hai il master, magari a 16 bit (se verrà messo su digibeta, comunque se hai la mano pesante con il blending è comunque consigliato) a 25 fps, progressivo nel senso che ogni foogramma è intero, non ancora diviso in campi e pixel quadrati...ed ecco il preset PAL sq pixel 768X576.
lo esporti, quindi lo reimporti, fai interpret footage e gli dai pixel pal 1,07.
lo trascini in una comp PAL 720X576 e gli modifichi un poco la scala (94/100).
esporti in tga 24bit (a 16bit a volte solarizza alcune cose)
questo è quello che faccio ogni settimana
hai così il controllo del movimento effettivo, e mantieni appieno la qualità dei tuoi footages, l'interlacciamento verrà comunque effettuato da chi fa il riversamento e allora perchè farglielo fare 2 volte? (con rischio di drop frames)
il frame rate è comunque quello definitivo (25).
l'interlacciato e i campi separati sono barbatrucchi per la trasmissione dei filmati dettati da necessità produttive, non di qualità.
forse è un discorso un po' pernicioso, comunque avendo la possibilità di fare un lavoro a piena qualità non sarà diffcile adattarla poi allo standard televisivo, mentre la strada inversa non è un granchè.
ciao

Di: das andere | 26/09/2020 17:04:42


ah, ecco!
Si, anche io non capivo la necessità di esportare con i campi, però il montatore in final cut mi ha indicato quel tipo di settaggio (con il lower field) e visto che lui è un professionista non mi sono fatta troppe domande..
nel caso di questo lavoro non ci sono sorgenti esterne, perchè il testo è creato direttamente in after effects...
mi consigli quindi di esportarlo come sequenza targa? ok.(mi era passato per la mente, ma poi ho lasciato perdere perchè volevo capire se c'era un errore palese in ciò che avevo fatto)
il frame blending si può applicare solo su filmati,quindi ho esportato il filmato (tra l'altro ho applicato anche un po' di motion blur) e poi ri-importato e ri-esportato
...spero il problema si risolva !!
ora attendo che dal montaggio mi dicano qualcosa.
grazie mille ancora!!!
ps: ma tu che lavoro fai?

Di: karam | 26/09/2020 17:04:42


ciao mindy
il formato targa è comodo perchè viene accettato da molte piattaforme.
faccio l'animatore, cocopro con influenza da 3giorni
ciao

Di: das andere | 26/09/2020 17:04:42


non mi hanno ancora fatto sapere nulla di preciso, ma pare che il risultato migliore lo ottengano proprio utilizzando il filmato esportato come sequenza di immagini...
grazie molte ancora per la tua disponibilità e tutte le dritte che mi hai dato, sei stato molto gentile.
spero ti passi presto l'influenza.
ciao!

Di: karam | 26/09/2020 17:04:42


Ciao a tutti.
Anche io come mindy,
ho un problema di esportazione di un filmato solo testo in final Cut Pro, e cioè ho realizzato dei titoli di coda ma pur facendo le impostazioni da "das andere" indicate, in Final cut ho sempre il problema che le scritte sono rigate e se non metto l'opzione in output in ae7 rendering campo inferiore il filmato vibra sempre come posso risolvere questo problema???

Di: shortfilm | 26/09/2020 17:05:42


in realtà, non me ne voglia, ma il procedimento di das non è del tutto corretto:
intanto, Mindy, se tu crei i tuoi testi direttamente con i layer di testo in AE, puoi benissimo lavorare in una composition DV-Pal 720x576 con pixel aspect ratio 1,067 così come da preset di AE, quindi in questo caso non è vero, come invece dice Das, che i tuoi testi nascono square pixel;
infatti se lavori in square pixel, innanzitutto dovresti settare la risoluzione del quadro video a 768x576, altrimenti, come dici tu, una volta importati in final cut e renderizzati in Dv-Pal, avresti effettivamente un ridimensionamento sull'asse x delle immagini (in realtà questo resize involontario c'è ugualmente, perché mentre il fprmato DV-Pal di AE, così come premiere, combustion etc ha pixel aspect ratio 1,067, Final cut, così come Vegas, nel suo formato DV-Pal usa un pixel aspect ratio di 1,09;...mistero)
altra cosa:
per il seghettamento dei fonts, inevitabilmente, se il corpo dei caratteri è sottile, nella creazione dei fields è quasi inevitabile vedere dei seghettamenti o dei flicker, però questo problema in genere si presenta solo visualizzando i clip sui monitor dei computer, l'uscita video verso la Tv dovrebbe essere esente da questo difetto;
se così non fosse, la cosa migliore è aggiungere in AE con il filtro Fast Blur una leggera sfocatura (0,6 o 0,7) SOLO IN VERTICALE, e comunque in ogni caso renderizzare in fields ( con l'ordine corretto );
assolutamente consigliabile renderizzare una sequenza di immagini tga o tiff a 32 bit anziché un avi....

Di: MaxTheGuitar | 26/09/2020 17:05:42


Grazie MaxTHeGuitar
Infatti dopo tante prove ho scoperto che il seghettamento o la nitidezza di un carattere visto su uno schermo televisivo si nasconde con il colore del carattere e con la sfocatura. Cosi facendo si ottengo dei risulutati accettabili.
grazie per la vostra disponibilità.

Di: shortfilm | 26/09/2020 17:05:42