[AIUTO] Aprire uno studio grafico

Di: XiL | 26/09/2020 17:47:21
Ciao a tutti
sono un giovane di 23 anni ed avrei intenzione di mettermi in proprio aprendo un mio studio a Milano.
Attualmente ho il diploma ISA di grafico pubblicitario & fotografo, e st˜ ultimando l'accademia di belle arti.
Ho vinto un premio europeo per le scuole ed ho fatto un po' d'esperienza in vari stage aziendali.
Avrei la disponibilitˆ di acquistare un loft accatastato come A/10 (ufficio / studio privato).
In questi giorni mi stò mettendo in contatto con associazioni di settore e un commercialità in città per avere risposte, però mi piacerebbe sapere se anche voi avete qualche suggerimento su:
- quale categoria registrarmi in camera di commercio quando aprir˜ la P.ta IVA
- come gestire al meglio la questione delle spese attribuibili al loft-ufficio, per essere sicuro di essere in regola con le tasse.
Se avete anche altri consigli ovviamennte ve ne sarei molto grato
ringraziando anticipatamente
XiL

Risposte



E ti metti già in proprio?
Non ti sembra presto?
In bocca al lupo!
Anche io sono laureato (design con specializzazione grafica) e ho 23 anni.
Ovviamente anche il mio obiettivo è quello di mettermi in proprio, ma adesso ancora non me la sento!
Preferisco fare "gavetta".
Mi sto davvero distruggendo a lavoro per una paga misera.
Spero tra qualche anno di avere le ossa solide per potermi mettere in proprio.
Non parlo solo di formazione tecnica e creativa, ma anche di saper gestire personale e terzi (tipografie, service altri...).
Mi sto rendendo conto che non viviamo in un mondo sincero e sereno e che a volte bisogna essere un po' "cattivi"... ih ih ih...
Facci sapere come va!
Per la partita iva, devi aprirla come libero professionista o vuoi creare un'azienda?
Non ti conviene la prima opzione?

Di: mumax | 26/09/2020 17:47:21


Ciao, bhe personalmente direi che io mi sento pronto. Anche solo un anno fa avrei detto il contario, ma ora credo di poter partire, anche perch come dicevo prima, sarei in grado di acquistare un loft da usare come ufficio, e questo mi favorirebbe abbastanza per avviare l'attivitˆ.
Sull'inquadramento in camera di commercio non ho molto chiara la cosa, infatti conto molto sul supporto di qualche associazione di settore... per ora mi hanno suggerito un paio di soluzioni, ma mi piacerebbe capire meglio la situazione.
Credo che la soluzione come libero professionista sia quella che sceglier˜, anche se ci sono varie categorie in camera di commercio per noi grafico-pubblicitari.
Quindi se qualcuno avesse qualche consiglio in materia  ben accetto!
Grazie
ciao
P.s.: auguri anche a te ovviamente!

Di: XiL | 26/09/2020 17:47:21


Se ti metti in proprio ed apri un loft aperto anche al pubblico dubito che tu possa aprire partita iva come freelance...Credo tu debba partire in quarta con una sas....no?
Il mio consiglio era quello di aprire una partita iva come libero professionista generico con ritenuta d'acconto trovarti il tuo bel pacchetto di clienti e dopo di che aprirti un mega studio anche in centro a Milano....
Non metto in dubbio che tu ti senta pronto professionalmente visto anche i numerosi concorsi vinti e le qualità indubbie...ma il mondo del lavoro è anche altro e lo vedi anche solo soffermandoti su ciò che di pubblicitario c'è in giro...
ciao ciao

Di: 72dpi | 26/09/2020 17:47:21


Sì ho fatto così come hai detto tu infatti ;)
grazie per la risposta
ciao

Di: XiL | 26/09/2020 17:47:21