Brasil Aquitetura - A tradição do novo / La tradizione del nuovo

Di: Luisa Siotto | 26/09/2020 17:41:25

Esposizione dei progetti
dello studio Brasil Aquitetura
di Marcelo Ferraz e Francisco Fanucci
La Giardinera
sede di CASARTARC
Via Italia 90 bis
Settimo Torinese (TO)
La mostra
Il Brasile è sempre stato una terra crocevia di culture e etnie. Nell’epoca recente, l’immigrazione di comunità straniere, tra cui anche quella italiana, la più onsistente, ha rappresentato un fenomeno significativo che ha contribuito a disegnare l’identità culturale e il paesaggio del Brasile moderno. Tracce evidenti delle culture popolari si ritrovano nelle campagne e nelle città
brasiliane.
Il Brasil Arquitetura, erede culturale di Lina Bo Bardi, ha fatto del recupero delle tradizioni popolari la sua cifra, affermandosi nella riconversione di strutture rchitettoniche popolari.
Attraverso 3 progetti di architettura - il museo Rodin a Bahia (2004), il museo KKKK e il museo del Pane, primo progetto di recupero e di ristrutturazione dei mulini costruiti dalla comunità veneta nella regione del Rio Grande do Sul all'inizio del secolo scorso – e una selezionata collezione di mobili, la mostra ripercorre il lavoro del Brasil Arquitetura negli ultimi trent’anni per far conoscere al pubblico italiano una ricerca architettonica che lavora sulla complessità dei contesti storici dialogando con la contemporaneità. Tre sono i fili conduttori di questa ricerca: musei e memoria, antico e nuovo, cultura brasiliana e cultura straniera.
CASARTARC ospita questa mostra itinerante ed i suoi protagonisti ed è la seconda tappa prevista del viaggio tra Roma e Parigi.
L’inaugurazione della mostra prevede anche un momento dedicato al dibattito con gli architetti brasiliani per far conoscere al pubblico italiano la ricerca del Brasil Arquitetura e aprire un dibattito su l’architettura brasiliana moderna e contemporanea e per presentare la cultura degli italiani emigrati all’estero.
Gli architetti
Fannucci-Ferraz si sono affermati in Brasile per il recupero e la riconversione di strutture architettoniche che testimoniano la complessità etnica e culturale del paese. Hanno recentemente promosso e progettato la ristrutturazione del primo dei mulini costruiti dagli italiani emigrati nella regione del Rio Grande do Sul all'inizio del secolo scorso realizzando un Museo del Pane e dell’Immigrazione Italiana. La qualità del progetto ha generato dinamiche volte alla valorizzazione di un pezzo della storia recente del Brasile in particolare quella della comunità italiana e allo sviluppo turistico della regione con la ristrutturazione di ulteriori edifici costruiti da italiani. Il legame dello studio Brasil-Arquitetura con l'Italia va aldila' del progetto del museo del Pane. Fannucci e Ferraz si sono formati con Lina Bo Bardi (in particolare hanno lavorato al Sesc-Pompei SP) dalla quale hanno assimilato lo sguardo "antropologico". Dopo la sua morte Marcelo Ferraz in veste di direttore dell'Instituto Bo Bardi, per anni ha promosso il nome dell’architetta italiana nel mondo, grazie anche ad una bellissima mostra (e a un catalogo) che per ben otto anni ha girato nelle grandi città dell’Europa e degli USA, raccogliendo un notevole successo di pubblico e di stampa.
Tavola rotonda di apertura —
Ecomuseo del Freidano
Via Ariosto, 36 bis — Settimo Torinese
ingresso gratuito
previo accredito — info@casartarc.org
segue aperitivo
Mostra —
A tradição do novo
La tradizione del nuovo
1 Luglio — 25 Luglio 2010
Ven — dalle ore 16.00 alle ore 19.00
Sab e Dom — dalle ore 15.00 alle ore 19.00
Visite guidate su appuntamento
Ingresso gratuito
L'evento è ideato e organizzato da — CASARTARC Casa delle Arti e Dell'Architettura e plug_in – laboratorio di architettura e arti multimediali con il sostegno della Città di Settimo Torinese e Fondazione ECM.
Ufficio Stampa — CASARTARC Barbara Salomone 011.80.28.391 — 3497658218 info@casartarc.org — http://www.casartarc.org

Risposte


Nessuna risposta trovata!