Flash: sfondo panoramica e parallasse

Di: affresco | 26/09/2020 18:20:17
Ciao a tutti!
mi piacerebbe sapere se è possibile con flash fare lo sfondo panoramica.
Cioè esempio: montagne in lontananza che si muovono più lentamente, alberi in primo piano che si muovono più velocemente. Tipo quando sei sul treno e guardi scorrere il paesaggio. Grazie

Risposte



Certo che si può, ci sto provando anche io, per un'avventura grafica!
Ora, ti dico subito che il Professore ne sa più di me e vedrai che ti saprà dare maggiori delucidazioni in merito...
Comunque basta che sul livello background ci metti lo sfondo che ti interessa (es.montagne) e su un altro livello il file png con alberi etc...
Poi (controllando che lo sfondo occupi maggior spazio nel documento) lo posizioni per esempio a sinistra o a destra e setti il keyframe; poi metti un altro keyframe nella timeline dove vuoi (diciamo a 60-70) e sposti lo sfondo nel punto in cui vuoi si muova. Poi basta inserire motion twin e il gioco è fatto! Regola te i valori
Ciao

Di: TCK | 26/09/2020 18:20:17


Ciao Affresco,
il buon gab impara in fretta ed è in gamba, io posso aggiungere un po’ di storia a questo argomento: la Parallasse.
Essendo ormai avanti con l’età, ho l’abitudine di parlare di cose preistoriche, e riguardo a questo argomento non posso che richiamare alla mente il periodo in cui i videogiochi non erano fatti in 3D come adesso, chi possedeva un’Amiga poteva visualizzare contemporaneamente 32 colori sullo schermo quando ancora i PC ne supportavano 4, e ora ne abbiamo 16777216 a disposizione.
A quel tempo esisteva già, nella mente di chi amava i videogiochi e di chi li creava, l’idea della tridimensionalità, ma i computer, soprattutto quelli “di casa” erano lontanissimi dalle macchine cui siamo abituati adesso.
L’idea che segnava una svolta nella grafica dei videogiochi arriva nel 1982 con “Moon Patrol” della “Irem”, per Amiga, e consisteva nel creare diversi livelli di sfondo che si muovessero a velocità differenti per simulare la profondità.
Non si tratta di un’idea nuova, già nel 1942 un signore chiamato Walt Disney aveva dipinto sei diversi “livelli” di alberi su sei lastre di vetro e le aveva fatte scorrere una sull’altra, per creare la sequenza di apertura di un cartone animato che gli valse tre nominations agli Oscar, quando non esisteva ancora il premio per “Miglior Film d’Animazione”, si trattava di Bambi.
Ancora prima la Parallasse era conosciuta e applicata nei teatri dei burattini, uno dei maghi di questa tecnica era Georges Méliès, che è considerato da molti l’inventore degli effetti speciali al cinema per il suo “Le Voyage Dans la Lune” del 1902, ma lui non faceva altro che filmare le stesse illusioni che creava in teatro, aggiungendo qualche sovraimpressione.
Torniamo al futuro. La Parallasse è stata l’innovazione più apprezzata del mondo dei videogiochi prima del 3D, tanto che l’azienda che ha sviluppato la saga di Descent si chiamava “Parallax Software” in onore di questa tecnica.
Adesso che abbiamo computer potentissimi a casa, che possiamo creare contenuti complessi senza aver bisogno di budget altissimi, di teatri di posa e di assistenti di scena non dobbiamo dimenticarci di quanto è stato fatto prima, anzi possiamo imparare molto da quello che già è stato, e partendo da dove siamo è più facile trovare idee innovative.
Per realizzare in Flash un effetto di parallasse facciamo finta di essere Walt Disney, decidiamo quante “lastre di vetro” ci servono e dipingiamole.
Per ogni livello disegneremo una PNG, perché la trasparenza ci permette di vedere quello che c’è sotto.
Cominciamo dal livello più lontano: il cielo, con le stelle o il sole, sarà immobile.
Ci avviciniamo e disegnamo un livello con le montagne più lontane, un altro con le montagne più vicine, i loro movimenti saranno lentissimi.
Avviciniamoci ancora e disegnamo colline.
Ancora più vicini gli alberi.
Fino ad arrivare dove ci pare.
Per ogni livello che disegnamo abbiamo avvicinato il nostro punto di vista: il cielo era grande quanto la nostra area di disegno, le montagne occupavano un po’ più di spazio, gli alberi ancora di più, il livello più vicino a noi sarà quattro o cinque volte più grande dell’area visibile.
Appena le immagini sono pronte le importiamo tutte dentro Flash, le disponiamo in ordine, le cose più vicine stanno sopra e le cose più lontane stanno sotto.
Creiamo il Tweening per ogni livello e il gioco è fatto...
Abbiamo il cielo fermo, le montagne che si muovono di qualche pixel, le colline che si muovono di parecchi pixel, gli alberi che percorrono una distanza enorme... Se tutto si muove contemporaneamente l’illusione regge.
Se invece del Tweening volete usare uno script che si muova in base alla posizione del mouse, provate a scaricare un esempio già pronto cliccando qui sotto:
http://www.flashkit.com/movies/Effects/Eye_Candy/Parallax-Ashley_W-6442/index.php
Grazie per avermi ascoltato e buon lavoro.

Di: Professore | 26/09/2020 18:20:17


grazie a tutti e due!
un bacio

Di: affresco | 26/09/2020 18:20:17