Mostre italiane: Hannu Hyrske - Mestre

Di: Pablito | 26/09/2020 17:11:27
HANNU HYRSKE
Durata della mostra: 11/20 dicembre 2004,
Località: Venezia-Mestre, Centro Culturale Candiani - sala espositiva, piano terra.
Orari: 15,30 - 20,00 / sabato e domenica: 10.30 - 12.30 15.30 - 19.30
S’inaugura l’11 dicembre, alle ore 18.00, presso il Centro Culturale Candiani, la personale dedicata al disegnatore finlandese Hannu Hyrske. La mostra presenterà una selezione delle opere grafiche dell’artista, l’onirico e ironico sguardo sulla realtà da parte dell’occhio sensibile di un delicato osservatore del grande nord...
HANNU HYRSKE
Singolare pensatore dell’arte grafica
di Dan Sundell

“Non ho incontrato spesso l’opera grafica di Hannu Hyrske, ma ogni volta come la prima sono rimasto profondamente impressionato dalla sua abilità.
La prima cosa a colpirmi di Hyrske è la sua maestria come artista grafico, sia nelle mostre personali che negli appuntamenti collettivi. Probabilmente perché si tratta di un artista, di un grafico e di un illustratore ad un tempo. Quando mi trovo di fronte alle sue curiose stampe, mi scopro particolarmente affascinato dalla sua eccellenza tecnica, dalla compattezza delle stampe, dalla peculiarità delle piccole storie narrate. Assaporo ogni piccolo dettaglio dei suoi pezzi con una inusuale voracità.
Mi piace soffermarmi sul piccolo vagabondo di Venezia, nascosto dietro una maschera di carnevale dal lungo naso simile ad un uccello…
Per quanto la stagione sia inequivocabilmente passata, il nostro piccolo amico cammina come un uomo di mondo, brandendo il suo ombrello come un bastone da passeggio. Puoi dire a ragione che si sta godendo la vita, e Venezia. Che io scorga una sorta di alter ego dell’artista in lui? Queste “piazzare”, piccole figure abitano le opere di Hannu Hyrske. Spesso s’incontrano strani uccelli dal lungo becco acuminato, con cappello in testa magari, o dei piccoli pinguini… anime diverse dell’artista, non c’è dubbio.
Ci sono anche vedute di Parigi, un’altra città magica. Pont-Neuf con la famosa volta che si adagia sulla Senna, sullo sfondo edifici patrizi come un archetipo compositivo senza necessità di ulteriore spiegazione. Accanto un’altra scena collegata: una natura morta con frutta, pane e una bottiglia di vino rosso sul tavolo. Il tipo di pasto tipicamente francese che chiunque assaggerebbe a Parigi. L’incanto dell’arte di Hannu Hyrske si scorge nel modo accattivante in cui è presentata. I singoli motivi non sono particolarmente grandi, i più piccoli hanno le dimensioni di un francobollo, ma ognuno racchiude in sé emozioni, esperienze. Ogni singola opera è un’opera a sé stante, magari piccola ma originale e autentica.
I piccoli elementi che compongono una natura morta sul tavolo sono tutti nervosamente disegnati con la sottile penna dell’artista e formano un insieme vivo che si guarda attorno, come da un palcoscenico.
Anche se il formato è di dimensioni esigue, l’intensità dei motivi è impressionante. Tutto esiste ad un livello profondo: l’osservazione acuta, il pensiero originale, l’atto creativo del disegno. Hannu Hyrske è un artista che non ha bisogno di alzare la voce per essere notato.”
Hannu Hyrske
L’arte di Hannu Hyrske si compone di un’evocativa combinazione di umorismo, abilità grafica e curiosa osservazione della realtà. Nato a Helsinki nel 1949, ha studiato design industriale e fotografia, ha seguito inoltre specializzazioni in ritrattistica, rilegatura e fotografia digitale. Espone da anni in personali e collettive in Finlandia e in Europa. Ha insegnato in diversi istituti arte, disegno, fotografia, stampa, incisione. Tra i diversi premi e riconoscimenti ricevuti, si ricorda il Primo Premio del Mini Print International (1999) a Cadaques. Dal 1970 pubblica le sue opere su riviste, libri, giornali. Ha lavorato molto a Parigi, Londra, Stoccolma.

Risposte


Nessuna risposta trovata!