Tariffe e retribuzioni.

Di: LutherBlisset | 26/09/2020 17:55:22
Ciao Pablito,
innanzitutto ti rinnovo i miei complimenti per la pazienza e la immensa conoscenza del settore e ti (mi) auguro che continui così!
Ma in quest'occasione il mio quesito non è di natura tecnica ma puramente professionale. Io non sò che professione eserciti, ma quello che mi interessava sapere è se hai cognizioni di causa riguardo alle tariffe da applicare. Ovvero se esiste un metodo per te valido per quantizzare il valore di un lavoro. Ad esempio pensavo ad una valutazione oraria con diversità di prezzo a seconda del tipo di lavorazione richiesta...
Cosa ne pensi?
Ti ringrazio.
P.s. Sto facendo molta opera di proselitismo verso questo forum.

Risposte


Il dibattito sulle tariffe e sulle retribuzioni è aperto.

Carissimo Luther,
io sono sicuro che 001design.it migliorerà e resterà on-line, almeno fin quando sarò vivo...
(teoricamente e orientativamente spero altri 40-120 anni)
Sai bene che la domanda che hai posto è più difficile di tutte quelle tecniche messe insieme... hehehe.
Tuttavia il dibattito è aperto e si accettano contributi da parte di tutti i partecipanti, come sempre.
La situazione è oltremodo complicata perché varia per mille fattori, citandone solo alcuni:
- accuratezza richiesta dal committente;
- programmi da utilizzare per adempiere al briefing;
- tempo disponibile per realizzare il lavoro;
- eventuali orari notturni, festivi e straordinari per rispettare le scadenze impossibili;
- quante volte ti fanno cambiare il progetto in corso d'opera;
- capitolo a parte sui materiali che non ti hanno dato oppure sono tutti da correggere;
- regione e comune di residenza (mercato locale);
- disponibilità a lavorare a titolo promozionale (agli inizi solitamente si lavora per poco... e non solo agli inizi...);
- valore aggiunto del designer (David Carson sicuramente si farà pagare di più);
- responsabilità assunte (un conto è fare 100 copie di un manifesto, altro conto è assumersi la responsabilità di 10000 copie, semplicemente perché un solo errore stampato 10000 volte = 10000 errori).
Beh, il resto te lo lascio immaginare, volendo tenere conto di tutto, allora dovremmo rifiutare il 90% del lavoro.
Senza parlare che il designer serio cerca sempre di consigliare il committente in base alle proprie conoscenze maturate con lo studio e gli anni, però è sempre il committente che cerca di tirarsi la zappa sui piedi...
E come diceva il vecchio detto, tira lù ciucc' dove vuole il padrone...
Dal punto di vista analitico invece ho una soluzione, ma non so quanto possa essere utile.
Eccoti direttamente il link dell'AIAP (Associazione Italiana Progettazione per la comunicazione visiva)
che tratta questo argomento già dagli anni '70 con tariffari e contratti tipo.
http://www.aiap.it/asso/p_index.htm
Naturalmente le varie associazioni le trovi sempre alla voce "associazioni" del menù superiore di 001design.it.
Precisamente qui: http://www.001design.it/associazioni.html
E ora fatemi sapere cosa ne pensate.

Di: Pablito | 26/09/2020 17:55:22

Tariffe e retribuzioni: non solo AIAP.

Eh, ho avuto modo di sfogliarlo qualche anno fa (il "tariffario AIAP") e le cifre snocciolate lì dentro non stavano né in cielo né in terra... (ricordo un 6.000.000 di vecchie lire per un marchio(!)
Io intendo qualcosa di più con i piedi per terra, qualcosa di "applicato" sul campo... anche in linea di massima...
Grazie.

Di: LutherBlisset | 26/09/2020 17:55:22

Tariffe e retribuzioni: concorrenza sleale.

Ah, così poco?
Beh, un logotipo secondo il mio punto di vista vale molto di più...
Per i mille motivi che ti lascio immaginare, comunque ho aperto questo nuovo argomento proprio per vedere cosa risponde la comunità, sempre che la cosa interessi qualcuno.
Restando con i piedi per terra come dici tu, c'è gente che lavora gratis e quindi ammazza tutti, me compreso.
E purtroppo questa gente non realizza nemmeno lavori seri, inquinando il mercato e screditando la figura del designer o del progettista che ci mette l'anima per realizzare un lavoro che abbia un senso logico.
Capitò anche a me di perdere il lavoro di un logotipo perché alcuni avevano ben pensato di farselo fare gratis.
E contro il costo zero non c'è niente da fare, non c'è concorrenza.
Ma a certi livelli il lavoro si paga perché la professionalità esiste e qualcuno questo lo sa.

Di: Pablito | 26/09/2020 17:55:22

Tariffe e retribuzioni: morte tua, vita mea.

Forse occorrerebbe un po' di pulizia... tipo visita della finanza per vedere quante licenze questi "grafici" hanno comprato... penso che dopo gli passerà la voglia di lavorare gratis...
Lo so' la delazione non è una pratica nobile ma ad un certo punto... morte tua, vita mea... si tratta di guadagnarsi la pagnotta, no?
Grazie ancora per la disponibilità.

Di: LutherBlisset | 26/09/2020 17:56:22

Licenze, divulgazione e analisi della committenza italiana.

Dici bene Luther,
però agli inizi ci vorrebbe un po' di flessibilità, altrimenti cominciare a lavorare diventa una vera e propria impresa...
E non ti parlo di versioni Learning Edition, ma della possibilità di realizzare un tot numero di lavori, fino al raggiungimento della quota necessaria all'acquisto dei programmi, che dovrebbe essere a quel punto, obbligatoria.
E questo io dico che è possibile farlo, perché i registri esistono e le fatture pure...
Chiaramente questo discorso andrebbe a regolarizzare sempre gli onesti, o comuque i titolari di partita iva.
Ma quelli che lavorano gratis, o per troppo poco per essere vero, non credo che figuri da nessuna parte l'incasso.
Ed è proprio lì che bisogna menare di brutto secondo me.
La cosa più importante di tutte è la divulgazione.
Semplicemente perché tutto parte dal committente, un po' quando noi decidiamo di entrare in un negozio oppure andiamo a fare una visita medica. In quel momento siamo noi i committenti, e dobbiamo richiedere la fattura al negoziante. Allora il punto è proprio questo... Quanti committenti vogliono la fattura e quanti vogliono sapere se hanno a che fare con un professionista? La risposta più ottimistica a questa domanda è: il 10% della committenza.
E l’altro 90% pensa solo a quanto andrà a spendere, non gli interessa nient’altro.
Questo 90% non vuole sapere se gli realizzerai un buon lavoro, o se quel lavoro gli farà fatturare il 150% in più l'anno successivo, ma vuole sapere solo quanto gli farai spendere.
Tornando all'importanza della divulgazione, beh... se la committenza fosse in grado di riconoscere un lavoro curato da uno improvvisato, allora sarebbe già un passo in avanti, perché egli sceglierà il professionista.
Quindi non resta altro da fare che diventare divulgatori (come quelli scientifici) e mettere in un cassetto la veste di designer o progettista.
Per rendere più divertente la vita, capita sempre qualche committente che non gradisce essere informato e vuole sapere solo quanto andrà a spendere (vedi discorso di prima).
Come ultima considerazione, sperando che arrivino altri commenti in proposito, se un politico da strapazzo riesce a convincere il 50% dei cittadini, com è possibile che l'intera categoria di designer italiani non sia in grado di divulgare al 50% della committenza come riconoscere un buon lavoro da uno scadente?
Sappiamo realizzare manifesti, brochure, video e non solo... ma la verità è che siamo così a stecchetto e non ancora uniti come categoria, che nessuno ha la possibilità di fare divulgazione ad alti livelli.
Se questo portale fosse veramente supportato, già si potrebbero organizzare iniziative annuali in questo senso.
Tuttavia siamo agli inizi e quindi non resta che far crescere una comunità sana.
Appena arriveranno altri pareri potremo iniziare a confrontarci anche sulle tariffe, anche se molto approssimative.

Di: Pablito | 26/09/2020 17:56:22


Sottoscrivo in toto.

Di: LutherBlisset | 26/09/2020 17:56:22

Tariffe e retribuzioni: le prime cifre e compensi ad orario.

Visto che nessuno ha ancora parlato di cifre vorrei iniziare io....
Premetto che io sono un disegnatore meccanico con una grande passione per la grafica 3D e in particolare per l'animazione.
Da circa un anno sto provando a utilizzare Maya, ma ancora non sono riuscito a creare lavori degni di nota...
Parlando di cifre, nel settore della progettazione meccanica 3D, la tariffa oraria per una collaborazione da parte di un libero professionista si aggira orientativamente sulle 50 Euro.
Ovviamente, come faceva notare Pablito, bisogna considerare il tipo di lavoro che bisogna fare, e in base a questo il tipo di software che è necessario utilizzare (ci sono licenze da 1000 Euro e altre da 10 volte tanto...).
Realizzare un progetto meccanico, molte volte può voler dire, progettare per esempio un componente da ricavare da una pressofusione, e quindi oltre al lavoro in termini di tempo, c'è da considerare la responsabilità che il progettista si assume, dato che sul suo progetto, dovrà essere costruito uno stampo che può costare diverse decine di milioni di vecchie lire.
Penso che chi lavora in regola con programmi come Maya, può benissimo chiedere come minimo 50/60 Euro all'ora, visto che l'animazione 3D è una delle tecniche più difficili da imparare nell’ambito della computer grafica.
Però c'è una grosso fattore che secondo me penalizza l'animatore 3D:
la mancanza di mercato.
Un ragazzo che lavora in regola, che si paga le tasse, la licenza, e tutta l'attrezzatura per poter lavorare, secondo me deve avere una tariffa che possa coprire un po’ tutte le spese dell'attività e farci uscire qualcosa a fine mese.
Considerando tutti i giorni di lavoro che sono necessari per realizzare un'animazione di pochi secondi, alla fine viene fuori un costo che per molte aziende è proibitivo...
Forse è anche per questo che poi le aziende si affidano a ragazzi che magari fanno il lavoro in nero, che magari non sono gamba come il povero professionista, ma che lavorano per 4 soldi e che contribuiscono alla rovina del mercato.
Sicuramente le grandi aziende si affidano ad uno studio di designer, che danno più garanzie sia in termini di qualità che di affidabilità, mentre il discorso sopra vale forse un più per le piccole imprese.
Io faccio parte di quella schiera di persone che hanno il sogno di poter lavorare con Maya a tempo pieno, che per motivi di soldi non hanno avuto la possibilità di pagarsi un bel corso di formazione, che sognano un giorno di potersi comprare un computer che almeno ti permetta di fare un pò di animazioni senza inginocchiarsi, e che non sputerebbero sopra la possibilità di fare qualche collaborazione da casa per guadagnarsi 4 soldi.
Se era qui che volevate arrivare, io non lavorerei per meno di 15/20 Euro all'ora, visto che sto 8 ore al giorno davanti al computer, e che il gioco deve valere la candela...
Ovviamente ci sono ragazzi che si vendono per molto meno....
Io abito nella provincia di Forlì, e qui da noi l'animazione 3D viene poco cercata dalle aziende perchè molto costosa, e questo molte volte mi fa pensare: ma ne vale la pena di studiare Maya tutte le sere, quando poi nella mia zona non c'è modo di lavorare?
Mi piacerebbe avere anche il vostro parere sulla possibilità concreta di lavorare con Maya in Italia, almeno così mi decido una buona volta a fare un corso come si deve e provare a trovare un posto dove poter lavorare... (possibilmente in Romagna...)
Scusate per il papiro...
Marco

Di: Marco | 26/09/2020 17:56:22


Grazie Marco per il tuo intervento.
Quella da te proposta era la tariffa oraria che avevo in mente di applicare, quando si tratta di però di semplice impaginazione con trattamento foto e immagini. Se c'è da fare anche della creatività penserei ad un 20-25% in più sul totale. Altre lavorazioni speciali (fotoritocchi, illustrazioni e quant'altro richieda un'attenzione particolare) andrebbero calcolate con tariffe diverse a seconda anche della tecnica usata (3D, realizzazione di mokup, ecc). Penserei quindi ad un tariffario diversificato, in modo da avere sotto controllo le varie componenti del lavoro.
Questo oltretutto è il metodo di valutazione e preventivazione usato in alcune agenzie che conosco e sembra funzionare (con i costi che hanno...)
Non so... a me sembra buono come metodo... che ne dite?
Grazie per la partecipazione.

Di: LutherBlisset | 26/09/2020 17:56:22

Tariffe e retribuzioni: proviamo a determinare un range base per ogni tipo di lavoro?

Grazie Marco bis per il tuo contributo,
la tariffa oraria può essere un punto di partenza per determinare le basi o la fattibilità di un progetto.
Però io non lo uso mai come primo punto di riferimento, per il semplice fatto che per realizzare lo stesso lavoro, io posso impiegarci 15 minuti ed un altro potrebbe impiegarci 2 ore...
Purtroppo, ma anche per fortuna, in questo lavoro ci sono sempre delle variabili che cambiano di volta in volta.
Io invece proporrei di costruire una tabella dove inserire un range di valori minimi e massimi per ogni tipo di lavoro.
Ad esempio, per realizzare l'interfaccia di un sito web, ci sarà un range di tot. Euro...
Le voci interne come: progettazione, servizi di indicizzazione, analisi e preparazione delle keyword, forum, mailing list, sistemi di e-commerce, ecc. saranno indipendenti e da aggiungere di volta in volta al range base di partenza.
Lo stesso discorso sarebbe da fare per la grafica tradizionale: progettazione di logotipi, carte intestate, buste, biglietti da visita, brochure, depliant, manifesti, inviti, cartoline, book cd, impaginazione libri, ecc.
E poi seguirebbero le categorie: multimedia e 3d.
Se l'idea vi piace, possiamo cercare di determinare intanto una lista di tutti i servizi possibili per ogni categoria, poi, mano a mano che ci confrontiamo con i valori massimi e minimi di ognuno, calcoliamo il range base per ogni lavoro.
Naturalmente questo range sarà ampio, ma possiamo già decidere di tenere fuori ed escludere i mega-lavori per le grandi corporazioni che proveremo a calcolare successivamente.
Richiederà tempo, però secondo me si può fare, soprattutto quando inizieranno a partecipare i designer di tutte le zone d'Italia. Fatemi sapere.

Di: Pablito | 26/09/2020 17:56:22

Tariffe e retribuzioni: tabella con tipologie di lavoro.

Concordo con te Pablito e appoggio la tua idea. A patto che poi vengano fuori prezzi "reali" ovvero che non siano inapplicabili, dal momento che tra nord e sud Italia esistono delle differenze abissali in termini di redditi e di investimenti, questi ultimi proprio sulla pubblicità. Potresti cominciare col postarmi una prima stesura da integrare con qualcos'altro. Vediamo di fare qualcosa che funzioni: ne abbiamo tutti bisogno. :)
Grazie

Di: LutherBlisset | 26/09/2020 17:57:22


Ciao ragazzi, anch'io concordo con Pablito...
Purtroppo io non faccio parte del settore pubblicità/Web ecc... come voi, non conosco tutti i procedimenti e le varie fasi di lavoro, quindi non so come posso esservi utile?
Un saluto a tutti...
Marco

Di: Marco | 26/09/2020 17:57:22


Ho appena letto questo dibattito e lo trovo molto interessante.
Non vogliatene a male ma anche io ho fatto un lavoro per pochi spiccioli.
L'ho fatto perché era la mia prima esperienza e dovevo capire se stavo procedendo per il verso giusto.
Io sono d'accordo con voi riguardo al discorso che ci sono persone che sporcano il Web e che rendono impossibile il mercato a gente come i designer.
Però trovo anche giusto il fatto che il Web è una risorsa infinita a portata di tutti.
Certo sarei il primo a dire che preferirei avere un internet con ogni sito studiato a fondo e di manifattura eccelsa, ma è anche questo che rende il Web variegato e profondo.

Di: kaesar | 26/09/2020 17:57:22

Tariffe e retribuzioni: prima bozza dinamica.

Ciao Luther, è proprio per questo che ho concluso il messaggio con: "soprattutto quando inizieranno a partecipare i designer di tutte le zone d'Italia." Come sai il mio impegno è sempre massimo, quindi ho accettato con piacere questa sfida titanica sulle tariffe e sulle retribuzioni. Ma adesso vediamo subito una prima bozza, utile soprattutto per cercare di creare intanto un elenco dei servizi più usuali.
Lo ripeto subito: è solo una prima bozza, sono solo numeri e valori ancora da rettificare, solo per il sud Italia.
Inoltre, sono esclusi i lavoretti troppo piccoli e troppo grandi per cercare di evitare range di valori troppo ampi.
E poi grazie a voi che state partecipando, ma anche a quelli che peciperanno da ora in avanti.

E adesso iniziamo con le modifiche e vediamo cosa ne pensate (io le apporterò direttamente sull'immagine).
In alcuni casi si dovrebbe aggiungere uno zero al valore massimo.

Di: Pablito | 26/09/2020 17:57:22


Ciao Pablito ho appena letto la bozza.
Sinceramente non so che dire... Da una parte alcuni prezzi sono (secondo me) proibitivi, ma dall'altra riconosco che per un prezzo tale c'è sicuramente un lavoro che vale.
Poi il range non è troppo ampio? Per esempio se io chiedo di creare un logo a una persona, sotto quali valori il prezzo puo variare da 1000 a 10000 Euro?

Di: kaesar | 26/09/2020 17:57:22


E pensa che può variare con tanti altri zeri... ma non stiamo parlando di multinazionali per ora...
Ci sono multinazionali che basano tutto il loro lavoro sul brand del marchio. Ecco perché è così importante.
Beh, io il sasso l'ho lanciato, adesso divertitevi a commentarlo tutti, poi alla fine farò un resoconto della situazione.
Premetto che per queste cose c'è bisogno anche di una certa esperienza nel settore.

Di: Pablito | 26/09/2020 17:57:22


Ok, io mi limiterò solo a osservare e capire.

Di: kaesar | 26/09/2020 17:57:22

Tabella tipologie di lavoro

Ciao Pablito, ciao a tutti.
Davvero un bel lavoro e un ottimo punto di partenza! Aggiungerei per completezza e prima di pronunciarmi sui prezzi anche, nella grafica tradizionale, la progettazione di pannelli museali e/o per eventi quali convegni, meetings ecc. (a meno che non possono essere assimilati ai manifesti, anche se da questi differiscono in molte cose) che ultimamente hanno un loro mercato di tutto rispetto (vedi stampa digitale).
Continuo in ascolto...
Grazie

Di: LutherBlisset | 26/09/2020 17:57:22


Complimenti, gran bel lavoro Pablito!!!
Io non me ne intendo granchè, ma i prezzi delle animazioni 3D, sono molto simili a quelle che ho sentito in giro..........più o meno ci siamo!!
Un saluto a tutti...
Marco

Di: Marco | 26/09/2020 17:58:22


Ciao a tutti!
La questione è importante, e mi piacerebbe conoscere quale potrebbe essere una tariffa oraria "giusta" per me, essendo in procinto di assunzione in una azienda per lavorare 8 ore consecutive al giorno impaginando listini-brochures-schede tecniche. Attualmente ho sfornato materiale in continuazione: a volte di notevole fattura (senza falsa modestia), altre, purtroppo a causa dei tempi di consegna, con risultati quasi da dilettante. Stavo pensando ad un range di 24/15 euro orarie, ma come giustificarlo al direttore? Grazie a chi interverrà.

Di: louder | 26/09/2020 17:58:22


La tariffa oraria dipende molto dal tipo di contratto, dall'importanza della società e relativi lavori e infine dal tuo curriculum, i contratti possono essere di 2 tipologie, a tempo indeterminato oppure di collaborazione con tutte le sue varianti. La tariffa da te proposta è accettabilissima nel secondo caso, ma nel primo... avresti uno stipendio mensile di circa 3000 euro, dovrebbe essere una multinazionale o comunque una società veramente importante per darti questa cifra!

Di: goku | 26/09/2020 17:58:22


Grazie per la tua risposta, Goku.
Approfondisco la questione:
è dal 1997 che faccio grafica, prima come passione e poi, dal 2000, professionalmente. Verrò assunto al 99,9% a tempo indeterminato. La ditta dove lavorerò è di medie dimensioni, in forte espansione, che lavora in tutta Italia e alcuni (pochi per adesso) paesi dell'Europa. Ma soprattutto considera che il mio lavoro andrà a sopperire la mancata presenza fissa di un grafico in sede, anzichè appoggiarsi come avviene tuttora, e per ancora un altro pò di tempo, ad uno studio esterno.
Quindi, conti della serva in mano, vogliono risparmiare. Io li farò risparmiare. Tuttavia non vorrò che il mio lavoro venga sottopagato. Certamente, 3000 euro al mese (che equivalgono a 18,75 euro l'ora) per una persona soltanto mi sembra improbabile come stipendio, ma sono qui appunto per scoprirlo. Dove posso orientarmi?!?
Grazie!

Di: louder | 26/09/2020 17:58:22

Paga sindacale

Salve a tutti,
mi inserisco nella questione credo a pieno titolo (in quanto promotore dell'argomento e non me ne voglia Pablito..).
Da quello che mi consta le retribuzioni sono agganciate al contratto di lavoro di categoria e/o a quello del settore dell'azienda (industria, servizi, commercio, ecc..), pertanto se ad esempio si parla di commercio siamo sui 1000/1100 euro al mese... Facendo un poco di conti non arriviamo ai 10 euro l'ora.
Tuttavia anche se si trattasse di industria o servizi non ci discosteremmo molto da queste cifre.
Personalmente stò cercando un'alternativa al posto fisso in agenzia perchè a 8-9 euro l'ora per il nostro lavoro è una cifra ridicola specialmente se diventa un lavoro da catena di montaggio e se ti riduci a fare depliantini max 2 colori e così via. E qui torniamo alla questione principale di questo argomento del "nostro" forum: qual'è il vero valore del nostro lavoro? Grazie e continuamo a discuterne, ci servirà molto a tutti!!!

Di: LutherBlisset | 26/09/2020 17:58:22

Argomento scottante?

Salve a tutti.
Noto con dispiacere che l'argomento non sta avendo più seguito da parte del forum. Probabilmente ci siamo accontentati del listino prezzi fornitoci dal buon Pablito decidendo così di applicarlo in toto. Beh, qualche giorno fa segnalavo l'inserimento di alcuni tipi di lavori che - almeno dalle mie parti - hanno un loro dignitoso mercato, al fine di rendere i suddetto listino più completo nella speranza che dal forum si levasse una flebile voce...
Capisco che la ricerca di un posto fisso, con i tempi che corrono, sia la massima ambizione - è sempre stato così - ma non crediate che sia tutto così bello, specie se si tratta di un lavoro come il nostro. Dovrete faticare un bel pò prima di affermare la vostra capacità e bravura e convincere il vostro capo che sapete fare molto di più e non è detto che questo poi alla fine avvenga. Nel frattempo la vostra creatività piano piano si sottometterà alle leggi imposte da altre persone che, nel migliore dei casi, faranno finta di non accorgersi di voi ed alle quali interresserà solo la vostra produttività. E probabilmente comincerete a rimpiangere i tempi in cui squattrinati vi scapicollavate dietro a questo o a quel cliente ma in fondo felici perchè eravate liberi. Liberi di scegliere, per voi stessi e non lasciare che altri decidano per te.
La questione della credibilità del nostro lavoro credo sia importante e, come postato da Pablito all'inizio della discussione, ci sarebbe bisogno di uno sforzo da parte di tutti di far capire in qualche modo ai nostri potenziali clienti che il nostro è un lavoro con una sua dignità e che aiuta le loro aziende nella loro crescita.
Io per conto mio ci proverò, non appena mi libererò dalla schiavitù in cui professionalmente vivo.
Grazie della pazienza.

Di: LutherBlisset | 26/09/2020 17:59:22


Ciao Luther,
naturalmente sono d'accordo con il tuo punto di vista e lo condivido al 100%.
Ogni tanto mi chiedo con molto pessimismo se gli utenti di internet si impegnino a leggere anche solo i titoli di una pagina web. Da anni ormai siamo tutti abituati a scorrere velocissimamente le pagine, senza renderci conto spesso dei contenuti. Non mi meraviglierei se gli utenti, arrivando in questa pagina, salvassero direttamente il file .gif della tabella senza leggere il titolo “prima bozza dinamica”.
Ci vuole molta pazienza, ma piano piano l'argomento sarà soddisfatto. La comunità qui è ancora molto giovane.

Di: Pablito | 26/09/2020 17:59:22


Grazie per la puntualità. Come sempre.

Di: LutherBlisset | 26/09/2020 17:59:22


Ciao a tutti!
Sono nuova di qs forum e ho trovato molto interessante il discorso sulle tariffe.
Mi occupo di grafica da 15 anni e di web da 5.
Confermo che essendo anch'io dipendente a tempo indeterminato, guadagno tra i 1000 e 1100 E. mensili.
Per quanto riguarda la tabella stilata da Pablito:
- Innanzi tutto, ottimo lavoro!
- Ho qualche perplessità sulla "Progettazione di manuali operativi in PDF", non puoi sapere quanto sarà articolato e ampio un manuale, insomma mi sembrano pochini 500 E.
- Per il Web: Il web designer deve saper inserire delle keyword, ma sopratutto deve saper analizzare le statistiche, valutare in base alle pagine visitate cosa funziona e cosa invece va male nel sito (un po di marketing insomma).
Per il momento mi fermo qui.
A presto!

Di: Jana | 26/09/2020 17:59:22


Ciao Jana,
benvenuta e grazie per aver scelto di condividere con noi la conoscenza.
Ti ringrazio per il complimento e ricordo a tutti che quella è solo una prima bozza dinamica di tabella sulle tariffe.
Grazie anche al tuo contributo verrà modificata fino a realizzarne una ancora più funzionale ed utile.
Sul manuale operativo ti posso rispondere che è vero che potrebbero essere pochi 500 Euro, però è altrettanto vero che bisogna considerare che se stai realizzando un manuale operativo significa che hai tra le mani un lavoro di un certo livello, che comunque avrà altri riscontri economici che vanno al di fuori del manuale operativo in pdf. Ad ogni modo, certamente possiamo aumentare il valore massimo del range. Fammi sapere il tuo parere sul valore massimo, tenendo conto però del tipo di lavoro "normale" che stiamo cercando di quantificare economicamente.
Per il web invece sono pienamente d'accordo con te sull'inserimento di Keyword, descrizioni, ecc. però quello credo che dovremmo inserirlo a parte, ad esempio come voci: servizi di indicizzazione e web-marketing.

Di: Pablito | 26/09/2020 17:59:22


Grazie a te, di tutto.
Portiamo il range almeno a 1000, sempre se qualcuno non ha una proposta migliore.
Sono pienamente d'accordo sulla voce "Servizi di indicizzazione e web-marketing".
Ma come quantificarlo? A pag., a parola, a sito?

Di: Jana | 26/09/2020 17:59:22


Ok, ho aumentato il range della progettazione/realizzazione di manuali operativi in PDF nella tabella.
Attenzione, la voce "indicizzazione e studio delle keyword" l'avevo già inserita con una tariffa per ogni singola pagina HTML che va dai 100 ai 200 Euro.
Sul web-marketing si possono introdurre molti servizi, ad esempio:
rapporti in PDF della concorrenza e ricerche di mercato, studio e realizzazione di un database contenente le informazioni per contattare siti della stessa categoria di interesse e sviluppare un discorso di Link Popularity, ricerca di partner italiani, ricerca di partner internazionali, studio quotidiano delle statistiche del sito e realizzazione di un rapporto annuale dettagliato, ecc.
Riguardo al discorso dei pannelli museali, convegni, possono essere assimilati dai volantini o dai manifesti, a seconda dei casi e dei formati di output.

Di: Pablito | 26/09/2020 17:59:22

Quante bozze?

Ciao Pablito e a tutto il forum,
vedo con piacere che l'argomento interessa molto (le "visite" sono di buon numero..) e di questo me ne rallegro.
Ma veniamo al mio quesito: una volta stabilito quanto DOBBIAMO farci pagare per il lavoro, quante bozze sono previste e/o siamo "obbligati" (eticamente o no) a fornire al nostro cliente? Sicuramente molto dipenderà dalla completezza del materiale fornitoci, ma nel caso questo fosse come dovrebbe essere, una bozza preliminare e una di controllo definitivo possono bastare? Altre eventuali correzioni sono da computare a parte? Il cliente penso debba essere informato anche di questa altra eventualità no? Tu ad esempio come ti comporti di solito?
Grazie e un saluto a tutti.

Di: LutherBlisset | 26/09/2020 17:59:22


Caro Luther,
per quanto mi riguarda è molto semplice. Si realizza un briefing e si prepara un contratto oppure preventivo che deve essere sottoscritto dal committente o, nel caso del contratto da entrambe le parti.
Nel preventivo può comparire una bozza del progetto che il committente potrà approvare con la sua firma.
Nel contratto vengono stabilite le retribuzioni iniziali e finali (ad esempio il 30% all'inizio e il resto a fine lavoro).
Chiaramente nel contratto sono menzionate anche tutte le possibili variazioni, maggiorazioni, ecc. ecc.
I termini del contratto si possono stabilire insieme al committente ed è tutto a discrezione delle parti, tranne per alcune leggi della comunità europea. Il contratto tipo dell'AIAP può esserti certamente d'esempio.
Riguardo alle modifiche, anche questo compare nel contratto da stipulare dalle parti.

Di: Pablito | 26/09/2020 17:59:22


Grazie, puntualissimo come sempre.

Di: LutherBlisset | 26/09/2020 17:59:22

Contratti nazionali per le retribuzioni ed i compensi come Grafico.

Ho preparato la tabella riguardante le retribuzioni minime o compensi secondo i contratti nazionali vigenti all'epoca.

Di: Pablito | 26/09/2020 17:00:23

Contratti nazionali...

Ottimo lavoro Pablito, come sempre!
Ma, se non vado errato, molte agenzie di pubblicità non fanno parte del comparto del commercio e/o servizi? Credo che in questo caso le retribuzioni siano diverse, o no?
Facci sapere...

Di: LutherBlisset | 26/09/2020 17:00:23


Bah, chiederò. Intanto anche tu Luther puoi fare una ricerca se vuoi. Grazie dell’apprezzamento.

Di: Pablito | 26/09/2020 17:00:23


Ciao a tutti quanti, vedo che anche voi siete patiti del 3d, a tal proposito, visto che dalle risposte che date mi sembrate delle persone molto competenti, avrei un quesito da porvi:
Io provo una venerazione vera e propria per le opere architettoniche antiche ricostruite in computergrafica 3d; certe volte ho visto dei rendering fotorealistici ad elevato dettaglio su riviste del settore e programmi televisivi, mi sono sempre chiesto che prezzo può avere ad esempio una chiesa o un edificio storico completamente ricostruito in 3d con dipinti e decorazioni. Avete idea di quanto può costare una figata del genere?

Di: scarab | 26/09/2020 17:00:23

Contratto di lavoro nazionale

Ciao Pablito, ciao forum.
Ho acquistato in libreria il volume “Contatto Nazionale del Commercio e terziario” che contiene tutte le norme relative tra l’altro anche alle agenzie di pubblicità, che sono aziende del comparto commercio e terziario.
Bene, anche se le retribuzioni sono più o meno livellate, occorre invece stare attenti in fase di assunzione all’iquadramento che vi propongono. Infatti ho notato che nel nostro settore non vi è una qualifica di terzo livello ma bensì una di quarto livello (disegnatore o pittore esecutivista (!)) oppure diverse di secondo livello (quella più vicina al nostro profilo medio potrebbe essere: creatore di bozzetti, creatore - redattore di testi pubblicitari). Beh, tra un quarto livello ed un secondo livello c'è una bella differenza di retribuzione oltre che di competenze.
Vi invito caldamente di acquistarlo o almeno di consultarlo attentamente... scoprirete cose che forse non sapevate.
Ciao e a presto.

Di: LutherBlisset | 26/09/2020 17:01:23


Ciao Luther e benvenuto Scarab,
riguardo al quesito sui lavori architettonici 3d, mi pare poco utile rispondere che siamo sulle migliaia di Euro.
Di preciso te lo può dire solo quello che li ha fatturati, ma certamente il divario è grande e dipende molto dalla complessità e dalla durata dei filmati 3d.
Riguardo al tuo acquisto Luther, non so che dirti... sei tu l’unico che mi può illuminare sulla faccenda al momento.
Se potessi pubblicare qualcosa di più chiaro e preciso, credo che sarebbe utile per tutti. Ciao.

Di: Pablito | 26/09/2020 17:01:23


Vi siete arresi o l'argomento è giunto a conclusione? Vorrei intervenire sul listino proposto da Pablito.
Secondo il mio modesto parere il costo del progetto del singolo biglietto da visita, scorporato da un'immagine coordinata, è troppo alto perchè chi vuole solo il biglietto non è disposto a spendere tanto... almeno dove lavoro io (ahimé);
mentre il progetto per un libro di 100 pagine mi sembra bassino sempre che il prezzo non si riferisca alla singola pagina, (in questo caso mi sembra alto...)
Se ci siete ancora fate un fischio mi hanno proposto 10 euro all'ora più iva per impaginare un settimanale che richiede circa 15 ore di lavoro a numero... vi sembra ragionevole?
Grazie a tutti quelli che vorranno consigliarmi.

Di: Ela73 | 26/09/2020 17:01:23


Ciao Ela73, qui non si è arreso nessuno, probabilmente manca la voglia di aggiungere altro al discorso, io ho fatto la mia parte, adesso aspetto i contributi interni o esterni.
Quindi ti darebbero 150 euro per impaginare un settimanale... Ma sono lordi?
Quindi pagherebbero il lavoro di un impaginatore per 600 euro al mese... E chissà se è vero che occorrono 15 ore di lavoro, visto il circa... Ma soprattutto intendono anche la correzione delle bozze oppure solo pura impaginazione? Queste sono le domande che farei io prima di decidere se accettare l’offerta. Secondo me è un po' poco, però poi bisogna vedere di cosa si tratta realmente, allora io accetterei per provare quanto tempo effettivamente occorre e in quali condizioni lavorative (presso la loro sede, a casa, ecc.)
Sui biglietti da visita invece, non mi sembra eccessivo un range da 150 a 250 euro, si tratta pur sempre di capire e tradurre su carta l’identità di una persona, cosa per niente facile. Chi vuole un biglietto da visita qualsiasi troverà tanti programmini e venditori che offrono questo tipo di “servizio”, stampa inclusa.
Sull’impaginazione di 100 pagine A4 a corpo 10 (interlineatura standard) proponi un aumento del range di quanto?

Di: Pablito | 26/09/2020 17:01:23

si parlava di retribuzioni...

Ciao Pablito, ciao forum
con colpevolissimo ritardo torno sul forum e sulla questione "retribuzioni". Ci eravamo lasciati (post del 29 nov) sull'acquisto di un testo riguardante il contratto di lavoro nazionale riguardante, tra l'altro, anche le aziende di pubblicità. Le cose che ho scoperto sono varie - orario di lavoro, ferie, indennità, straordinari, ecc -ma sopratutto che una figura professionale come la nostra è al secondo livello retributivo, ovvero parliamo di 1.456,00 euro (lordi) in busta; molto diverso dall'inquadramento che si è soliti "ricevere" al momento dell'assunzione che è del quarto livello (attualmente 1.207,00 euro lordi in busta) e che soprattutto è un inquadramento che non ci "rappresenta" a livello professionale.
Certo ci sono ovviamente le differenze di contesto in cui si applicano (o non si applicano..(!)) i contatti di lavoro.
Tutto questo per dire:
a) per far valere i propri diritti come lavoratori e professionisti bisogna informarsi sulle leggi vigenti anche per poter "contare di più" ovvero ottenere maggiore rispetto professionale.
b) che comunque bisogna davvero che tutti siano d'accordo sulla stessa "deontologia professionale" e il tariffario proposto da Pablito è sicuramente un primo e fondamentale passo.
c) in qualche modo "vigilare" su comportamenti che vanifichino quanto appena detto al punto b).
E vero, ci sono già delle associazioni di categoria ma, e questo lo posso testimoniare, fanno poco o nulla se sei un "piccolo" grafico freelance: se non hai un bel portafoglio clienti non conti!
Grazie per l'ospitalita'

Di: LutherBlisset | 26/09/2020 17:01:23


Ho letto tutto quello che è stato scritto riguardo ai compensi, perchè proprio in questi giorni devo trovare un giusto modo per stabilire i preventivi. Come è stato detto la concorrenza sia leale che sleale è spietata, in molti lavorano nel settore grafica e spesso il cliente non sa riconoscere un lavoro fatto bene.
Spesso determinare il prezzo significa perdere il cliente che cerca di spendere poco e c’è chi promette lavori a tariffe ridotte. Ho la P. IVA ma ho lavorato per un’azienda e per privati ancora no. Mi capiterà un lavoro tra breve e i miei dubbi riguardo i compensi sono prorprio dati dalla paura di essere fuori mercato; con un’azienda il rapporto è differente. Mi viene sempre più l’idea che con questo lavoro si può solo sopravvivere...

Di: Sayuri | 26/09/2020 17:01:23


Mamma mia com'è difficile fare dei preventivi ogni volta...ed è proprio per il motivo che qualcuno ha accennato ossia che purtroppo spesso si devono usare due mezzi e due misure a seconda del cliente. E io sono troppo fresca come grafica per avere un'esperienza tale da generare prezzi a richiesta...
detto questo...quanto si può chiedere per un merchandising precisamente composto da maglia da uomo, maglia da donna, una felpa unisex e dei gadget che saranno dei magneti da attaccare al frigo? è una cosa che devo decidere con urgenza (e quando mai non c'è urgenza per qualcosa in questo lavoro??)
grazie mille!

Di: Smokerz | 26/09/2020 17:01:23


ho letto con molta attenzione questo interessantissimo post .... e alla fine siamo tutti nella stessa barca .... è sempre difficile stabilire un prezzo per il nostro lavoro ... i prezzi variano da moltissimi fattori come avete giustamente già detto ...
io mi occupo sia di grafica che di web design ... ho 24 anni e finora ho fatto solamente stage e tirocini ... e ora mi ritrovo a propormi come freelance facendo collaborazioni occasionali ... è difficile trovare un lavoro "+ o - fisso" in questo campo ... soprattutto qui a genova dove vivo .... la situazione in questo campo è veramente disastrosa ... per quanto riguarda la grafica pubblicitaria ci sono un paio di aziende medio/grandi che la fanno da padrona (ed entrarci purtroppo è impossibile se non si hanno le conoscenze giuste), per quanto riguarda il web design la situazione è un pò diversa, ci sono una miriade di aziende (+ o - improvvisate ... convertitesi all'ICT dopo il boom della new economy) che si occupano di siti e servizi correlati al web, ma sono tutte aziende piccole/piccolissime che nascono come i funghi ma che inevitabilmente dopo aver esaurito i fondi a loro concessi dalle varie sovvenzioni si trovano costrette a chiudere i battenti .... qui non c'è concorrenza ... il mercato è spietato ... la guerra al ribasso sui prezzi ... e il livello qualitativo dei lavori effettuati spesso è mediocre se non addirittura scadente ...
mi farebbe molto piacere potermi confrontare con chi come me vive la mia stessa realtà ... sarei curiosa di sapere se nel forum ci sono degli utenti di genova e come la pensano in merito
saluti a tutti!
Moka

Di: mokastyle | 26/09/2020 17:01:23


Premesso che ho discusso in privato con Smokerz per trovare una soluzione al suo problema, sì, certamente troverai degli iscritti di Genova nel forum. Basta cliccare in alto a destra su “Lista degli iscritti” e poi eseguire la ricerca ordinando per “locazione”. Naturalmente non tutti gli utenti visitano il forum quotidianamente, allora potresti non ricevere risposte ai tuoi messaggi privati. Vedi: http://www.001design.it/forum_italiano/memberlist.php?pn=78&sort=location&ordl=ascending
Purtroppo mi devo associare alla tua osservazione Mokastyle perché si tratta di una situazione generale italiana, mi riferisco sia all’abbassamento dei prezzi che della qualità. Questo secondo me è dovuto sia al fenomeno della pirateria troppo diffusa (che riguarda circa il 30-40% delle piccole aziende se ricordo bene i dati) che della mancata formazione del personale delle aziende medesime. In sintesi, se ci fossero più designer professionisti e meno “art director improvvisati” chiaramente la qualità sarebbe diversa.

Di: Pablito | 26/09/2020 17:02:23


Salve!
Non scirvo da un po'... ero in vacanza! Che pacchia!
Devo affrontare la progettazione di due tipologie di sacchetti (le shops) per una casa editrice... di quelle di carta.
Una verrà distribuita nelle librerie e l'altra verrà utilizzata per le edizioni di pregio.
Ma sono comunque due sacchetti in carta o simili.
Volevo sapere se qualcuno di voi ha la minima idea di quanto posso chiedere per questo progetto tenendo conto che:
- la casa editrice è molto importante e inserita nel mercato (anche se regionale)
- sono laureato in Industrial Design, orientamento grafica con 110 e lode
- il mio curriculum è particolarmente succoso in confronto alla situazione che si trova qui in sardegna
Sono laureato da poco e ho 22 anni. Se sparo alto probabilmente mi rideranno in faccia non mi faranno fare il lavoro.
Io stavo pensando a 350-400 euro, magari trattabili... secondo voi è troppo?
Penso che dovrò lavorare per un po' di ore perché il progeto deve essere carino...
Spero che qualcuno possa aiutarmi!
Anche perché vogliono un preventivo entro domani!
Salute a tutti!
Massi

Di: mumax | 26/09/2020 17:02:23


Ciao e bentornato dalle vacanze.
L’argomento del forum naturalmente non è aperto per realizzare tutta una serie di preventivi, però la prima pagina ti sarà utile per formularne uno senza rimanere fuori dal mercato. Con 350 Euro di solito non si paga nemmeno l’affitto di un locale per un mese... quindi non dovrebbero farti dei problemi da questo punto di vista... Ma certamente il lavoro non dovrà essere “carino”, che di solito questo termine si usa per non infierire su di un brutto lavoro... Ti auguro invece di realizzare un lavoro stampato ad hoc, preciso, sensato e progettato nei minimi dettagli. Riguardo al preventivo in un giorno, beh, nelle grandi città molti si fanno pagare anche solo per realizzarlo (e non sto scherzando), perché spesso richiede molto tempo ed alcuni calcoli complessi.
Buon lavoro.

Di: Pablito | 26/09/2020 17:02:23


Ciao Pablito!
Si, infatti, cancello la parola carino dal "testabolario"... spero di fare almeno qualcosa di decente!
Loro mi hanno chiesto un preventivo, ma è semplicemente un modo di sapere "quanto voglio".
Sanno che sono uno studente, di conseguenza vogliono capire quanto devono sborsare senza molte storie...
Tu credi che 350,00 euro siano ok?
Perché chiedere di meno significa anche svalutarsi... ma se sparo alto non mi daranno il lavoro.
Un altro problema, e spero che tu e gli altri possiate darmi una mano, è che non ho la minima idea di come funzioni il pagamento.
Nel senso... io non ho una partita Iva, non ho uno studio. Sono un privato che fa un lavoro.
Come fanno loro a pagarmi?
Devo emettere una fattura o una ricevuta?
E come faccio se non sono un'azienda?
Aiutooooooo!

Di: mumax | 26/09/2020 17:02:23


Beh, come ti ho già scritto prima, 350 non sono una grossa cifra. Riguardo al pagamento, se non hai partita iva e non puoi fatturare allora chiederai di farti fare una semplicissima “collaborazione occasionale”.
Qui troverai delle informazioni che ti saranno utilissime a proposito degli adempimenti fiscali e sulla libera professione: http://www.001design.it/forum_italiano/thread.php?id=1304

Di: Pablito | 26/09/2020 17:02:23


Salve a tutti e complimenti a Pablito per il -Listino dinamico-.
Vorrei dare il mio contributo a questo lodevole ed impegnativo progetto.
Secondo la mia esperienza i costi di progettazione sono tutti troppo bassi... va bene che il mercato della grafica è completamente crollato, ma non bisogna svendere il proprio lavoro, soprattutto perché il nostro è un lavoro "creativo" e non meccanico. La tariffa oraria può essere un parametro per una collaborazione ma mai per la progettazione creativa (di qualsiasi tipo di progetto).
Faccio un esempio di correzione e aspetto le vostre considerazioni.
-Progettazione Manifesti:
non farei una distinzione per formato ma semmai per diffusione e quantità, cioè:
1000 manifesti - Distribuzione locale .......... 200/500
5000 manifesti - Distribuzione regionale...... 400/700 etc.

Di: faberfoto | 26/09/2020 17:02:23


Mi sono appena iscritto a questo interessantissimo forum. Complimenti a Pablito.
Le info sulla preventivazione di un lavoro in grafica tradizionale mi sono state davvero utili.
Lavoro prettamente nel campo del 3D. Dopo tanto tempo si e' riusciti a creare una sorta di tariffario (almeno nella comunità dedicata al programma che utilizzo, ovvero Lightwave 3D) che tratta la modellazione ed il render come 2 fasi ben distinte, come fa d'altronde il nostro applicativo.
Se a qualcuno interessa posso dare ulteriori info.

Di: XPanic | 26/09/2020 17:02:23


Salve a tutti.

Mi chiamo Silvia e sono una New imprenditrice nel panorama Graphic and Web Design. [ì](New imprenditrice ma Old libera professionista ^_*)[/ì]
Ho letto con molto interesse questo thread e vorrei inserire il listino prezzi della mia azienda.
L'azienda è una piccola snc - 2 soci - in zona denominata "depressa" secondo la camera di Commercio.
I prezzi sono stati stilati insieme al nostro commercialista in base alla concorrenza e il livello socio economico della mia zona.
Inoltre i prezzi qui inseriti sono escluso Iva.
Massimo 3 proposte e 2 modifiche previo firma preventivo e bozza... Poi le modifiche viaggiano a 50,00 € ora e vi assicuro che raramente stressano con mille cambi di idea o non guardano bene le bozze.
Creazione logo nuovo € 500,00
Ricostruzione logo esistente € 200,00
Creazione carta intestata € 50,00
Creazione busta € 25,00
Creazione B.Visita (Max 5 nomi) € 25,00
Creazione fatture e bolle di consegna € 80,00
Creazione timbri e gadget € 25,00
Depliant € 150,00 (oscilla n°pagine)
Volantini/Flyers € 100,00
Menù e Brochures e Cataloghi € 150,00 (oscilla n°pagine)
Manifesti (70cmx100cm) € 150,00
Locandine (50cmx70cm) € 100,00
6x3 (600cmx300cm) € 300,00
Per Rivista - Pagina intera € 80,00
Per Rivista - Mezza pagina € 40,00
Per Rivista - Piede e altri formati € 30,00
Scansione foto (con regolazione contrasti) € 30,00 ora
Ritocco e correzione colore (costo a foto) € 50,00 ora
Fotomontaggio € 50,00 ora
Ritracciamento marchi e loghi per web € 60,00
Ritracciamento marchi e loghi e consegna in vettoriale € 100,00
I siti internet statici oscillano da € 800,00 max € 1000,00.
I siti dinamici oscillano da € 1000,00 in su.
Progettazione 3D (poser) e illustrazione € 60,00 ora
Elementi in flash, tipografia e co. abbiamo collaboratore esterno.

Di: Fragola | 26/09/2020 17:02:23


Il dibattito sulle tariffe e retribuzioni è chiuso.

Di: Pablito | 26/09/2020 17:03:23